Credem, utile a +7,1% e prestiti in crescita a +1,3%


REGGIO EMILIA, 30 AGO. 2013 – Il Consiglio di Amministrazione di Credem, presieduto da Giorgio Ferrari, ha approvato nella seduta odierna i risultati individuali e consolidati del primo semestre 2013. L’utile netto consolidato è in crescita del 7,1% a 71 milioni di euro rispetto a 66,3 milioni di euro del primo semestre 2012. Il Gruppo ha continuato a sostenere l’economia con prestiti in crescita dell’1,3% raggiungendo 19,8 miliardi di euro.“Sono molto soddisfatto dei risultati che evidenziano il nostro impegno a mantenere una redditività sostenibile nel tempo preservando la qualità dell’attivo e garantendo solidità al Gruppo”, ha dichiarato Adolfo Bizzocchi, Direttore Generale di Credem. “Il nostro istituto ha continuato con il lavoro di tutte le colleghe ed i colleghi a sostenere il tessuto economico e le famiglie anche nell’ultimo semestre. Da inizio 2010 a fine giugno 2013, infatti, il Gruppo ha aumentato lo stock di finanziamenti di 2,2 miliardi di euro in valore assoluto raggiungendo 19,8 miliardi di euro tra mutui, finanziamenti personali e prestiti alle imprese. Abbiamo anche molto investito sulla crescita della rete sia in termini qualitativi, attraverso migliaia di ore di formazione, sia con nuove assunzioni, che sono state 64 da inizio anno, di cui due terzi sotto i 30 anni. Un importante riconoscimento del lavoro svolto”, ha concluso Bizzocchi, “è rappresentato dal numero dei clienti, circa 20 mila in più nel solo semestre, in costante crescita ormai da diversi anni ritengo per l’elevato gradimento del nostro livello di servizio e la costante attenzione alle esigenze del cliente soprattutto durante le fasi di maggiore complessità”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet