Cpl Concordia volta pagina


A Concordia si è tenuta nel pomeriggio l’assemblea straordinaria dei soci per azzerare i vertici dopo la bufera giudiziaria che si è abbattuta sulla cooperativa. E’ Mauro Gori il nuovo presidente; Paolo Barbieri il vicepresidente. A sorpresa arriva il nome di Vito Zincani, che fino a poco tempo fa era a capo dei magistrati modenesi. Ci sarà lui nell’Organo di Vigilanza.

Inizia un nuovo corso della cooperativa del gas di Concordia che ieri ha eletto i nuovi vertici per cercare di lasciarsi alle spalle il più in fretta possibile la pagina più nera della sua storia. Mauro Gori è il nuovo presidente.  Bolognese, classe 1948 laureato in  scienze politiche Gori, è personalità conosciuta all’interno di Lega coop dove fino allo scorso anno è stato responsabile dell’area economico finanziaria . Oggi ricopre la carica di presidente di Cooperfidi Italia e consigliere di amministrazione della fondazione Cooperhousing  e di Finabita. Vicepresidente è Paolo Barbieri, 30enne, soci di Cpl come lo sono gli altri consiglieri Giuseppe Bandini, Andrea Cavazzoni, Alessandro Panazza e Bruno Grispino . All’outsider Elio Cirelli, ex dirigente  Gambro la carica invece di consigliere delegato. E’questo il managment che dovrebbe trascinare fuori dalla nube dell’inchiesta la centenaria cooperativa. Primo obiettivo rientrare nella white list, il lasciapassare per lavorare nel cratere sismico e liberarsi di quella ingombrante interdittiva antimafia piombata  con l’inchiesta campana. In questo senso si stanno muovendo anche i sindaci di Modena, Concordia e San Possidonio che hanno annunciato un incontro imminente con il Prefetto di Modena. Trasparenza e legalità, l’ha ribadito più volte Gori è questo ora il must per Cpl che ha stretto le maglie dei controlli con la una nuova commissione di vigilanza presieduta dall’ex procuratore capo di Modena Vito Zincani. Insomma primo passo di una poderosa operazione salvataggio per tenere a galla anche i numerosi e appalti ancora in essere della cooperativa e, ha spiegato ancora Gori, evitare eventuali dietrofront.

 

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet