Cpl, di nuovo nella bufera


Aumentano i guai per l’ex dirigenza di Cpl Concordia, già travolta dall’inchiesta sulla metanizzazione di Ischia. La Guardia di Finanza di Bari ha sequestrato impianti fotovoltaici e conti correnti per 16 milioni a progettisti e rappresentanti di società operanti nel settore. Quattordici gli avvisi di garanzia emessi dal Gip di Modena su richiesta della procura con riferimento a impianti pugliesi, intestati a soggetti diversi, ma in realtà – secondo gli inquirenti – riconducibili a Cpl Concordia.

 

“CPL CONCORDIA, nel ribadire il massimo rispetto e la piena fiducia nell’attività della Magistratura Modenese, si dichiara del tutto estranea ai fatti oggetto di addebito e ha conferito al  Prof. Avv. Filippo Sgubbi e Prof. Avv. Carlo Enrico Paliero l’incarico di difendere e tutelare in ogni sede le ragioni della cooperativa. Il CdA della cooperativa ha deciso, in via cautelativa, di sospendere con effetto immediato i dipendenti coinvolti dall’indagine, dopo aver preso atto delle contestazioni loro mosse”.

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet