Costruzioni, a Modena ancora segno meno


MODENA, 2 LUG. 2013 – Insoluti triplicati nell’ultimo anno, volume di affari in calo per il 42% delle imprese, numero di cantieri che passa da 226 a 193. Il comparto costruzioni nel 2012 soffre nella nostra provincia. Al di là dei cantieri della zona del sisma, non c’è lavoro per le migliaia di imprese del settore. È il quadro che emerge da un’indagine Lapam sulle imprese delle costruzioni. Tante le difficoltà, a partire dai tempi di pagamento, che si dilatano a dismisura: il 40% paga a più di 90 giorni, di questi il 50% (quindi il 20% del totale) a 180 giorni e il 25% (il 10% del totale) addirittura a 360 giorni, in pratica a un anno.Le criticità riguardano poi la burocrazia (specie nell’area del sisma) e, sempre pensando al terremoto, lo smaltimento dei rottami. In più, sempre riguardo le normative antisismiche, molte aziende (il 50%) lamentano che la complessità delle regole ha portato alla rinuncia degli interventi.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet