Cosmoprof, un padiglione “green”


Il centro servizi, l’area di accoglienza del complesso fieristico, è disegnato quest’anno da Pier Luigi Pizzi, regista e architetto che ha allestito recentemente le sale del museo del Profumo di Palazzo Mocenigo a Venezia: lì sarà ospitata la prestigiosa “Vogue Beauty Talents Lounge”, dove si svolgeranno conversazioni e incontri tra professionisti affermati e talenti emergenti nel mondo beauty. Ma tutto il salone è stato concepito per questa edizione all’insegna di un nuovo design che esclude la moquette e prevede punti di sosta “eco” per i visitatori: il riuso dei rifiuti nei complementi di arredo degli stand sarà tra i punti di forza del padiglione “Green”, che propone una mostra di un Oliviero Toscani per la prima volta alle prese con piante e fiori intesi come bellezza. Queste alcune delle novità di Cosmoprof Worldwide a Bologna dal 4 al 7 aprile. La 47esima edizione arriva dopo il record dell’anno scorso: 193.842 visitatori (+14%) di cui 48.823 dall’estero (+22%), 2.390 espositori (1.500 stranieri), 24 collettive nazionali. Dati che hanno rilanciato la vocazione globale di Cosmoprof che, con le piattaforme di Las Vegas e Hong Kong, si conferma tra le prime fiere al mondo nel settore cosmesi e bellezza. Cosmoprof 2014 schiera 66 tra convegni e forum oltre a un incremento del 10% di proposte rispetto alla scorsa edizione, a rimarcare la vocazione professionale dell’evento. Proprio quest’anno, fra l’altro, è nato “Cosmoprof on the road”, un beauty tour con l’obiettivo di esplorare i mercati emergenti promuovendo la partecipazione a Cosmoprof di buyer qualificati e nuovi espositori. Le prime tappe hanno interessato l’America latina, focus scelto per il momento di crescita che il settore sta vivendo nell’area, e determinato la new entry del Perù e dell’Argentina, presenti a Cosmoprof 2014 per la prima volta.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet