Coptip, fusione con Nuova Grafica


“Il futuro è innovazione e diversificazione”: sta in queste parole del neo presidente di COPTIP Giuseppe Rovatti il senso dell’operazione – approvata nei giorni scorsi dall’Assemblea dei Soci – di fusione per incorporazione in COPTIP della cooperativa Nuovagrafica di Carpi. Un’operazione, frutto di un lungo impegno del Consiglio di Amministrazione uscente, per continuare a stare con capacità competitiva su un mercato, quello della stampa, diventato difficilissimo: negli ultimi 10 anni ha visto una riduzione di oltre il 30% del fatturato e del 19% del numero di addetti, con continui processi di chiusure, fusioni e riorganizzazioni anche di storiche aziende, e con prospettive di ulteriori cambiamenti nel campo delle tecnologie della comunicazione che ridurranno ulteriormente la carta stampata. Il traguardo raggiunto con la fusione rappresenta quindi, al tempo stesso, un punto di arrivo e di partenza: punto di arrivo rispetto agli sforzi compiuti per creare le condizioni per un’operazione strategica ai fini di una reale diversificazione dell’attività di Coptip. E punto di partenza perché consente di dare il via al progetto di riposizionamento di COPTIP sul mercato come soggetto che opera sull’intera filiera della comunicazione: dai servizi grafici alla stampa di qualità, dalla stampa rotativa al packaging.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet