Coprob avvia la campagna bieticolo-saccarifera


COPROB, primo produttore di zucchero 100% italiano garantito da una filiera certificata, avvia la campagna bieticolo-saccarifera. Gli stabilimenti di Minerbio (BO) e Pontelongo (PD) saranno chiamati, rispettivamente dal 27 e dal 30 luglio, a lavorare gli oltre 2 milioni di tonnellate di barbabietole provenienti da 31.500 ettari coltivati da soci e produttori conferenti della Cooperativa.
Ci sono tutti i presupposti per una buona campagna produttiva in quanto la coltura ha registrato un’ottima evoluzione grazie anche alle frequenti precipitazioni piovose del periodo compreso tra aprile e giugno e nonostante le alte temperature di queste ultime settimane. “Negli ultimi anni la produttività di saccarosio per ettaro ha mostrato una costante tendenza all’aumento – afferma Claudio Gallerani, Presidente di COPROB – e questo dimostra che le pratiche agronomiche e la nuova genetica, insieme all’assistenza tecnica fornita dalla Cooperativa, stanno favorendo il continuo miglioramento delle produzioni. Pur con la consapevolezza del momento difficile attraversato dal mercato dello zucchero, come purtroppo da molti altri prodotti agricoli, abbiamo coltivato tutte le bietole necessarie per questa campagna e abbiamo aderito ai nuovi contratti triennali, confermando l’importanza di mantenere la barbabietola nelle nostre aziende agricole”. “Il prezzo 2016 della bietola – prosegue Gallerani – dovrebbe crescere in virtù dell’aumento, di oltre 100 euro ad ettaro, dei contributi accoppiati che potranno essere sommati alle nuove misure agroambientali in vigore dal prossimo anno. Queste ultime prevedono, per la bietola, un contributo pari a 250 euro ad ettaro in Emilia e a 480 euro per ettaro in Veneto. Le aziende interessate si possono rivolgere alle organizzazioni professionali”. Sul versante industriale, COPROB è impegnata da diversi anni in processi di efficientamento e adeguamento tecnologico degli impianti, che hanno consentito di raggiungere importanti obiettivi in termini di aumento della capacità produttiva e risparmio energetico. “La ferma volontà dei bieticoltori di COPROB di continuare a produrre bietole per lo zucchero 100% italiano – ribadisce Gallerani – è testimoniata dagli ingenti investimenti sostenuti dall’azienda negli ultimi otto anni per rendere i propri impianti maggiormente efficienti ed essere sempre più competitivi sul mercato”. Quest’anno nello stabilimento di Pontelongo sono stati investiti 5 milioni di euro destinati, da un lato, a un importante intervento sul ricevimento del prodotto per aumentare la capacità di scarico delle bietole con conseguente riduzione dei tempi di attesa e miglioramento dell’approvvigionamento e dell’alimentazione della fabbrica. Dall’altro lato, si è concluso il revamping di “casa zucchero” con l’installazione di impianti che consentiranno un importante risparmio energetico. “Giunti ai nastri di partenza della nuova campagna – conclude Gallerani – siamo pronti e fiduciosi per raccogliere, anche grazie alla nostra sempre maggiore competitività, risultati positivi confidando anche di intercettare un aumento del prezzo dello zucchero”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet