Coppa Italia di basket dilettanti: “beffata” la Vem Sistemi di Forlì


in collaborazione con Teleromagna10 APR. 2009 – Nulla da fare per la Vem Sistemi Forlì. La Coppa Italia di basket A dilettanti è andata, con pieno merito, all’Assigeco Casalpusterlengo. Il lombardi hanno sempre mostrato di tenere in mano le redini dell’incontro, anche nei momenti in cui a cavallo dell’intervallo i romagnoli hanno rimesso in bilico il punteggio. Generosa e completamente da elogiare in blocco la Vem Sistemi che, seppure nella comprensibile delusione di avere fallito l’obiettivo principale, non ha nulla da rimproverarsi. E gli applausi del pubblico nel dopo partita lo stanno a testimoniare. Tre comunque le chiavi di lettura di questa finale. Prima di tutto la forza di Casalpusterlengo, in vantaggio 3 a zero nei confronti dei forlivesi negli scontri sin qui disputati. I lombardi hanno imposto la loro maggiore prestanza fisica, difese tattiche che hanno mandato a tratti in tilt la Vem, e un attacco sempre bilanciato ed efficiente. C’è poi da considerare la stanchezza fisica e mentale con cui ha dovuto fare i conti la Vem, dopo la vittoria nella maratona di semifinale con Latina, chiusa solo dopo due supplementari. Buona ultima da considerare anche la scelta di giocare questa Coppa Italia al Palafiera. Giusta dal punto di vista d’immagine, ma penalizzante da quello squisitamente tecnico. Privati degli abituali punti di riferimento balistico i tiratori romagnoli hanno costantemente avuto le polveri bagnate, come dimostra quel 18 su 40 nel tiro da due punti, cioè quello ravvicinato. Emozionante, invece, per il pubblico il ritorno, dopo circa dieci anni, al palafiera per sostenere una squadra di casa.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet