Coopsette, l’impegno della Regione


CoopSette: la Regione si impegnerà attivamente presso il Ministero dello Sviluppo Economico per il riconoscimento di liquidazione coatta amministrativa, per salvaguardare la continuità aziendale e occupazionale, nonché per promuovere un’iniziativa nei confronti del Ministero del Lavoro al fine di sostenere l’accesso agli ammortizzatori sociali consoni allo stato di crisi attuale dell’azienda.
E’ quanto stabilito nel corso di un incontro tenutosi nella sede della Regione Emilia-Romagna, a Bologna, dove l’assessore alle Attività produttive Palma Costi ha convocato il tavolo di salvaguardia occupazionale per CoopSette cui hanno partecipato amministratori dei Comuni di Castelnovo di Sotto, Cadelbosco di Sopra, Campegine, Sant’Ilario d’Enza, Provincia di Reggio Emilia, sindacati Fillea-Cgil (Emilia-Romagna e Reggio Emilia), Fiom-Cgil (Emilia-Romagna e Reggio Emilia), Cgil Emilia-Romagna, oltre a Lega Coop Emilia Ovest e Lega Coop Emilia-Romagna. Al termine dell’incontro l’assessore regionale Palma Costi ha incontrato una folta delegazione dei lavoratori e dei prestatori sociali CoopSette, ai quali “raccogliendone le comprensibili preoccupazioni” ha comunicato in prima persona l’accordo condiviso dal tavolo e gli impegni assunti dalla Regione, affinché sia quanto prima emesso il decreto di liquidazione coatta e amministrativa a oggi ritenuta la migliore soluzione possibile per salvaguardare la continuità occupazionale e imprenditoriale della cooperativa.

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet