Cooperattiva festeggia 30 anni di attività


Festeggia trent’anni di attività, cambia nome e lancia una start up. Non stiamo parlando di una multinazionale, bensì della cooperativa sociale Cooperattiva, che gestisce e avvia al lavoro oltre cento persone l’anno e collabora stabilmente con una trentina di aziende. Fondata a Modena nel 1984 per iniziativa della Caritas diocesana e del Centro di primo ascolto, aderente a Confcooperative, Cooperattiva ha due sedi operative a Modena e Pavullo. Il trentennale viene festeggiato venerdì 28 novembre a Pavullo (ore 10, Villa Settecento) e mercoledì 3 dicembre a Modena (ore 16.30 La Tenda). In entrambi gli eventi, che sono un’occasione per fare cultura sul disagio e sul lavoro come opportunità di riscatto, vengono presentate la prima edizione del bilancio sociale, case studies di aziende clienti, il nuovo marchio, la start up, un video e una mostra fotografica sulla cooperativa. L’attività di Cooperattiva, che è una cooperativa sociale di tipo A e B, avviene in due tipologie di laboratori (socio-occupazionale e di inserimento lavorativo) che operano in stretta relazione con la direzione commerciale, i servizi, le famiglie. Sia a Modena che a Pavullo Cooperattiva è convenzionata per l’inserimento lavorativo a fini terapeutici e riabilitativi di persone con disabilità medi-gravi. «La nostra peculiarità è offrire ai lavoratori un’occupazione stabile e, con essa, un’occasione di integrazione sociale – spiega il responsabile commerciale di Cooperattiva Giorgio Sgarbi – All’impresa, invece, forniamo un servizio personalizzato con un buon rapporto qualità-prezzo e un elevato valore sociale aggiunto». Nata sette anni prima della legge regionale sulla cooperazione sociale (che risale al 1991), Cooperattiva opera esclusivamente con il mercato privato profit; svolge lavorazioni per conto terzi nell’ambito della meccanica, ceramica, gomma plastica, grande distribuzione, elettrotecnica e artigianato. La cooperativa ha 65 soci, 55 dipendenti e nel 2013 ha fatturato oltre 1,2 milioni di euro. In coincidenza con il trentennale Cooperattiva lancia il nuovo marchio “Coopattiva – cooperativa sociale onlus” e presenta la start up “Puntilinea – contenuti digitali”. Si tratta di un nuovo ramo d’azienda della cooperativa sociale, attivato con un bando della Provincia di Modena e specializzato in comunicazione digitale e digitalizzazione. Puntilinea vuole affiancare enti e aziende nella salvaguardia digitale e valorizzazione del loro patrimonio (cartaceo e multimediale) e offrire la miglior consulenza per rafforzare la propria immagine. Uno dei primi progetti gestiti riguarda un progetto pilota con l’Archivio della Curia Arcivescovile di Modena.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet