Zini: “Un patto per far ripartire il paese”


“Un patto per l’Italia che possa far ripartire il Paese”. Lo chiede a gran voce il mondo cooperativo riunitosi a Bologna in occasione della quinta assemblea congressuale delle cooperative di produzione e lavoro aderenti a Legacoop. Ospite il ministro del Lavoro Giuliano Poletti, praticamente di casa avendo ricoperto per anni i vertici di Legacoop.
A lui le aziende affidano grandi aspettative senza concedere sconti. Il peggio sembra ormai alle spalle, ma per una spinta maggiore si chiede di abbattere ulteriormente il cuneo fiscale per le imprese e di aumentare gli investimenti della pubblica amministrazione. Insomma un vero e proprio patto.

 

Il ministro risponde spiegando che la strada intrapresa con il Job Acts va già in quella direzione. Ci saranno investimenti nell’edilizia scolastica mentre diversi debiti saranno saldati, immettendo così liquidità fresca nel mercato. Sul fronte del costo del lavoro, Poletti annuncia inoltre per maggio il taglio del 14% di oneri Inail per circa l’80% delle imprese italiane. Passo successivo del governo sarà quindi il documento economico finanziario dove si studieranno i tagli alla spesa pubblica, qui verrà esaminato il rapporto Cottarelli sulla spending review.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet