Coop estense cerca giovani capo reparto


Coop Estense propone tirocini formativi rivolti ai giovani in cerca di lavoro nell’ambito del programma europeo “Garanzia Giovani”. La cooperativa è alla ricerca di profili adatti a ricoprire il ruolo di capo reparto, e lo fa puntando sui giovani, sulla loro voglia di fare, valorizzando e coltivando le loro capacità e la loro intraprendenza. I percorsi formativi si svolgeranno all’interno degli ipermercati e dei supermercati delle province di Modena e Ferrara, dove il tirocinante avrà l’opportunità di acquisire le competenze tecniche e professionali della figura dell’allievo capo reparto. Il tirocinio in punto vendita, della durata di sei mesi, comprende anche momenti formativi d’aula. La ricerca è rivolta a giovani fino ai 29 anni, laureati o diplomati, dalle elevate doti organizzative, attitudine alla gestione e allo sviluppo delle risorse umane, orientati al risultato e animati da spirito di iniziativa.

Per inviare la propria candidatura basta compilare l’apposito form on-line, collegandosi al sito internet di Coop Estense (www.e-coop.it/coop-estense) e selezionando il pulsante in homepage “Cerchiamo giovani”. I candidati saranno sottoposti ad un attento processo di selezione: analisi dei curricula, test psico-attitudinali, colloqui di gruppo e colloqui individuali. Coloro che risulteranno più idonei intraprenderanno il tirocinio formativo, con l’opportunità di essere assunti al termine del percorso. È previsto il riconoscimento di un’indennità di partecipazione per l’intera durata del tirocinio formativo secondo le norme previste dal programma “Garanzia Giovani”, il piano europeo per la lotta alla disoccupazione giovanile che sostiene il progetto. “Garanzia Giovani” consiste in politiche attive di orientamento, istruzione, formazione e inserimento al lavoro, a sostegno dei giovani al di sotto dei 30 anni che non sono impegnati in un’attività lavorativa, né inseriti in un percorso scolastico o formativo. Per intraprendere il tirocinio i candidati selezionati dovranno quindi iscriversi al programma “Garanzia Giovani”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet