Coop Estense, bilancio in positivo


Si è chiuso con vendite pari a 1 miliardo 374 milioni di euro, in crescita dell’1,08% sull’anno precedente e un utile di bilancio di 7 milioni e 384 mila euro, l’esercizio 2013 di Coop Estense che oggi ha celebrato la propria assemblea a Lecce. Tra gli altri anche don Luigi Ciotti, fondatore di Gruppo Abele e Presidente dell’Associazione Libera. Un bilancio che chiude in positivo dunque, nonostante le difficoltà economiche del Paese e il perdurare della crisi dei consumi.  Cresce la base sociale della cooperativa, che a fine 2013 conta quasi 700 mila soci, i quali hanno realizzato il 72% delle vendite. “In un quadro estremamente complesso – spiega Mario Zucchelli, presidente di Coop Estense – la nostra impresa ha avuto la capacità di confermare un ruolo fondamentale nel garantire un presidio alto nelle opportunità di risparmio, investendo 161 milioni di euro in azioni di convenienza, di cui 51 milioni per i Soci, senza fare un passo indietro sulla sicurezza e la qualità della propria offerta”. Risultati importanti, ottenuti anche grazie ad un positivo andamento e al rilevante contributo apportato dai quattro distributori di carburanti della cooperativa, di cui due aperti proprio nel 2013. Positivi anche i numeri dell’occupazione e della qualità del lavoro: sono oltre 5400 i lavoratori di Coop Estense, di cui il 97% assunti con un contratto a tempo indeterminato. I punti vendita salgono a 55, di cui 30 a Modena con l’apertura del nuovo supermercato di Carpi Sigonio, 12 a Ferrara, 12 in Puglia e 1 a Matera.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet