Coop Costruzioni, timori su ex Sant’Agostino


Coop Costruzioni interviene sul recupero dell’ex Sant’Agostino e “guarda con grande interesse – scrive in una nota – a tutte le iniziative di recupero dello straordinario patrimonio storico e artistico del Paese. Fra queste sicuramente spicca l’intervento di recupero del Sant’Agostino, promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, in particolare per il profilo tecnico-architettonico impresso da Gae Aulenti e per il profilo culturale. Il Sant’Agostino rappresenta oggi il più rilevante esempio di recupero a carattere culturale in Italia e forse in Europa. Nell’ottica di dare il proprio contributo alla buona riuscita del progetto, Coop Costruzioni in ATI insieme a Schiavina, Coseam (che non ha indicato fra le imprese consorziate la Piacentini Costruzioni) e Laboratorio degli Angeli, tutte realtà specializzate negli interventi di restauro, ha fatto domanda di partecipazione alla procedura avviata dalla FCRMO”. Ma le buone notizie finiscono qui. “Dispiace vedere che un simile intervento non trovi condivisione a livello politico cittadino: l’investimento in cultura rappresenta infatti il più importante investimento che un territorio può fare su se stesso e mobilita ulteriori risorse. Per Coop Costruzioni, che opera da sempre nel territorio emiliano, il Sant’Agostino rappresenta anche una straordinaria opportunità imprenditoriale. In questa prospettiva Coop Costruzioni ha investito sull’offerta tecnica coinvolgendo progettisti di livello internazionale (BMS Progetti, società di ingegneria nota, ad esempio, per aver progettato la Scala di Milano) e su un’offerta economica che presta grande attenzione alla riduzione dei costi di gestione e manutenzione che finiscono spesso per gravare in modo rilevante su iniziative culturali come questa. Coop Costruzioni ha piena fiducia che la scelta finale degli organi della FCRMO sarà in linea con i principi di trasparenza e meritocrazia che fin dall’inizio hanno caratterizzato la procedura di selezione dell’appaltatore”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet