Coop Costruzioni per Crealis


La ripavimentazione di Strada Maggiore e di via Mazzini, necessaria per l’adozione del sistema di trasporto Crealis, che proseguirà l’anno prossimo con la sistemazione di via Ugo Bassi e via Rizzoli, costituisce un’opera importante – spiega in una nota Coop Costruzioni – “da eseguire a regola d’arte e in tempi rapidi per attenuare il più possibile i disagi arrecati alla cittadinanza. Coop Costruzioni, per garantire qualità e rispetto dei tempi, in accordo con il Comune di Bologna e la stazione appaltante T-Per, ha previsto lavori serrati con doppi turni garantendo, di fatto, un cantiere in sicurezza e in continua attività. Gli effetti sull’occupazione non sono indifferenti, tanto più apprezzabili in questo momento di crisi per il comparto. I lavoratori alle dipendenze dirette di Coop Costruzioni saranno da un minimo di 15 ad un massimo di 30 per un periodo, per l’insieme dei lotti, di due anni; a questi vanno assommati i dipendenti delle imprese socie nell’ATI aggiudicataria che impegneranno fino a 35 persone; in totale, saranno impiegate nei cantieri come minimo 30 e come massimo 65 persone”. Va inoltre considerata una imponente attività legata alla logistica che garantisce il flusso costante e esatto di materiali: lavoro di tecnici, impiegati: per quest’opera saranno oltre 100 i lavoratori impegnati direttamente o indirettamente. «È una bella boccata d’ossigeno per tanti lavoratori e per le loro famiglie – commenta il presidente di Coop Costruzioni, Luigi Passuti –. Le opere destinate a riqualificare le città rendendole più belle, attraenti, riducendo i costi energetici e gli impatti ambientali, sono un volano per favorire la ripresa economica e consentono di guardare con occhi diversi al futuro. Il Comune di Bologna e T>Per hanno lavorato in questi mesi con questa tensione e consapevolezza, la stessa che ci anima nell’esecuzione di quest’opera».

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet