Coop costruzioni: “La ripresa solo nel 2015”


Un aggregazione che da sola vale circa 11 miliardi di euro di fatturato, in grado di dare occupazione a 50mila persone. L’Ancpl, associazione nazionale cooperative produzione e lavoro, si prepara all’assemblea congressuale del 20-21 marzo a Bologna. Il settore industriale e delle costruzioni nel quadriennio che lo separa dall’ultima assemblea ha vissuto la crisi più complessa e acuta dall’ultimo dopoguerra. Nell’ultimo periodo la crisi ha allentato la morsa sulle imprese industriali grazie all’export; gli effetti più negativi restano nel ramo delle costruzioni. È nata anche una Commissione nazionale per la promozione di cooperative dalle imprese in crisi. Diverse le aggregazioni in vista, come ha spiegato il Presidente Carlo Zini da Modena, nel corso della preassemblea dell’Emilia Romagna.

 

Un’assemblea che richiama il Governo a precisi impegni, a pochi giorni dalla nomina di un cooperatore, il numero uno di Legacoop e dell’Alleanza Cooperative Italiane, Giuliano Poletti, a Ministro del Lavoro. Presente all’assemblea anche l’assessore regionale Muzzarelli che annuncia importanti interventi per il comparto.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet