Coop Adriatica, solido il bilancio 2013


Coop Adriatica chiude il 2013 con un bilancio solido, nonostante il contesto di grande difficoltà dei consumi: utile d’esercizio a 32,8 milioni di euro (+6,2 milioni sul 2012), patrimonio netto di 942,9 milioni di euro (+33,6 milioni sul 2012). Le vendite per 2,079 miliardi di euro, segnano una lieve flessione (-0,6%) sul 2012. “Nonostante questo, grazie a una buona gestione e all’impegno dei lavoratori, ai quali sarà corrisposto un salario variabile complessivamente pari a sei milioni di euro, il bilancio 2013 di Coop Adriatica consentirà anche di erogare il ristorno ai suoi soci”, annuncia il colosso cooperativo in una nota. I risultati economici, sociali e ambientali saranno discussi e votati da oggi al 5 giugno in 92 assemblee separate nei territori in cui opera Coop Adriatica, oltre l’Emilia-Romagna, il Veneto, le Marche e l’Abruzzo. Anche gli oltre 693.000 soci coop dell’Emilia-Romagna sono chiamati a partecipare agli incontri sul bilancio anche per votare il rinnovo degli organi sociali: del consiglio di amministrazione e della commissione etica; nel corso delle assemblee i soci voteranno anche i delegati che parteciperanno, il 14 giugno, all’assemblea generale di Cesenatico (Forlì-Cesena). “Abbiamo chiuso in positivo, e senza mai venire meno ai nostri impegni anche in campo sociale, un anno molto duro per i consumi e il lavoro – spiega il presidente di Coop Adriatica Adriano Turrini – e ora, è tempo di cambiamenti radicali: dobbiamo offrire più convenienza e dare nuove risposte ai nuovi bisogni delle famiglie. È proprio questa la missione di una cooperativa di consumatori”.  L’impegno di Coop Adriatica per la difesa del potere d’acquisto “è stato apprezzato dalla base sociale” (+3,9% rispetto al 2012), che con più di 47.000 adesioni arriva a contare 1.258.452 soci. Hanno confermato la loro fiducia nella cooperativa anche i soci prestatori, che hanno raggiunto quota 248.771 (oltre 9.000 libretti aperti in più, rispetto al 2012). Le iniziative per la convenienza hanno trasferito ai soci 175,6 milioni di euro di benefici (+5,5 milioni sul 2012). Coop Adriatica rivendica anche di aver “investito risorse per offrire maggiore convenienza sugli articoli di uso quotidiano scelti dai soci, intensificando le promozioni soprattutto sul prodotto a marchio”. Sono proseguite le promozioni solidali, con sconti del 10% per le persone più colpite dalla crisi: lavoratori in difficoltà, famiglie con bambini piccoli e studenti universitari. Le promozioni, di cui hanno usufruito quasi 23.000 soci, “hanno trasferito benefici per circa 2.163.000 di euro nel 2013”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet