Contro la crisi le imprese metalmeccaniche fanno rete


BOLOGNA, 17 MAR. 2009 – La crisi sta colpendo duramente il sistema imprenditoriale emiliano romagnolo; a risentirne è soprattutto il settore metalmeccanico ed in particolare la subfornitura: negli ultimi mesi si è registrata una pesante riduzione di ordinativi e per mancanza di commesse, le imprese non sono in grado di fare una programmazione del lavoro nel medio periodo. Questo ha generato un forte ricorso agli strumenti di sostegno al reddito per i lavoratori sospesi temporaneamente dall’attività: nei soli mesi di gennaio e febbraio 2009, le richieste delle aziende artigiane per accedere al sostegno al reddito dell’Ente Bilaterale hanno raggiunto il volume di domande effettuate in tutto il 2008. La meccanica è passata dal 20 al 50% del totale delle richieste.A questa situazione, si aggiungono da un lato le difficoltà di accesso al credito bancario per il credito di esercizio, dall’altro l’allungamento dei tempi di riscossione dei crediti da parte dei committenti. Una situazione difficile alla quale però, le imprese intendono risponde in positivo, a partire dalla ricerca di nuovi mercati.“Le imprese di subfornitura della nostra regione – spiega Paolo Preti, responsabile di CNA Produzione dell’Emilia Romagna che associa oltre 7.000 imprese della meccanica – hanno le carte in regola per affrontare mercati più vasti di quelli fino ad oggi esplorati. Le collaborazioni, le sinergie, in una parola le reti che si sono costruite all’interno delle varie filiere produttive di questa regione, ci consegnano un tessuto di imprese che ha la capacità di conquistare commesse sempre più complesse e consistenti. E’ per questo, che anche in un periodo di difficoltà economica come l’attuale, le competenze e le capacità produttive delle nostre imprese possono trovare interlocutori importanti. In questo momento quindi, è indispensabile far conoscere le proprie competenze e capacità produttive ai mercati nazionali ed internazionali”.30 IMPRESE CON CNA EMILIA-ROMAGNALa partecipazione a fiere come quella della Meccanica Specializzata MEC/SPE di Parma può rappresentare una occasione importante. Per questo, CNA Produzione dell’Emilia Romagna, accompagna 30 imprese a questa manifestazione fieristica che nel corso degli anni si è qualificata sempre di più.Le aziende provengono dalle province di Ferrara (GAMMA CAMI Srl, PASQUALI Srl), Bologna (BAVIERI ALFEO SRL, CORRENTE DONATO & C. Snc, FOMIR Srl, GALMAR Snc, HI-MEC, MINUTECNICA BOLOGNESE, RETTIFICHE RESCA Srl, RUBBI Srl, WILFRIED STROTHMANN GmbH, ZINI Srl), Modena (BALDONI Srl, CARPIPLAST Srl, CISAPLAST, DRILLING CO. Srl, O.M.V. di Zaccarini Erio & C. Srl, PABB SRL, TR TORNERIE RIUNITE, OFFICINA MITOR Srl , D.B.M. Srl), Reggio Emilia (ELITE GOMMA Srl, OFFICINA MECCANICA DELTA Snc), Parma (GHEZZI SpA, INOX 80 Srl, PROTOSTAMP SRL, STM Srl) e Ravenna (C.A.T.T. Srl, FONDERIA TARONI).“ L’impegno che abbiamo profuso in questi dieci anni – prosegue Preti – per far comprendere alle imprese di subfornitura, l’importanza della ricerca di mercati sta dando buoni frutti. La grave crisi in atto deve essere affrontata positivamente, aprendosi ai mercati e non rinchiudendosi in recinti sempre più angusti. Certamente le imprese non possono farcela da sole: credito, reti tra imprese e sistema di incentivi a sostegno della competitività e l’allargamento dei mercati, sono gli strumenti prioritari per uscire dalla recessione attuale e sostenere la ripresa”.Questi temi sono al centro del convegno “Contro la Crisi: Risorse/Reti/Innovazione” che CNA Produzione ha organizzato per il 20 marzo prossimo e che si terrà alle ore 10,00 presso la Sala convegni della Fiera della Meccanica Specializzata MEC/SPE. Interverranno: Franco Giuliani, presidente nazionale CNA Produzione, Fabio Colombera, vice direttore Generale UGF Banca, Claudio Giovine, responsabile nazionale dipartimento politiche industriali CNA, Andrea Bianchi, direttore generale per la politica industriale e la competitività del dipartimento per l’impresa e l’internazionalizzazione Ministero della Sviluppo Economico, Lino Pompili, vice presidente CNA nazionale, Giancarlo Gamberini, responsabile nazionale Unione CNA Produzione.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet