Contributi detassati, Cna Emilia Romagna soddisfatta


BOLOGNA, 6 GIU. 2013 – Grazie all’intervento immediato della Regione Emilia-Romagna e delle associazioni di impresa è stato superato il grave vulnus nei confronti delle imprese danneggiate dal sisma che avrebbero dovuto pagare le tasse sui contributi per la ricostruzione delle loro imprese. Soddisfazione della CNA Emilia Romagna, come precisa il presidente regionale Paolo Govoni, per la decisione assunta in Commissione Bilancio del Senato che questa mattina ha inserito nel testo della conversione in legge del decreto 43 sul terremoto, la norma che prevede la detassazione dei contributi, degli indennizzi e dei risarcimenti per la ricostruzione, erogati alle imprese danneggiate dal terremoto. CNA Emilia Romagna riconosce la positività del fatto che nella conversione in legge del decreto medesimo, siano stati accolti gran parte degli emendamenti proposti, “anche se – come sottolinea Paolo Govoni – nella conversione in legge non sono presenti tutti gli emendamenti proposti dalle associazioni di impresa e vi sono inutili appesantimenti burocratici, è il caso dell’art. 6bis nel quale si sostituisce con l’ennesima perizia asseverata la precedente proposta di una autocertificazione che attesti la riduzione del reddito d’impresa del 2012 rispetto alla media dei tre anni precedenti”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet