Contributi alla ricostruzione, via all’intesa Banche-Regione


BOLOGNA, 13 SET. 2012 – I cittadini con la casa inagibile potranno godere dei contributi per la riparazione delle abitazioni. Lo stabilisce l’accordo divenuto operativo tra la Regione Emilia Romagna e le banche, grazie al quale i cittadini potranno godere delle anticipazioni di liquidità a costo zero per la riparazione delle proprie case classificate come temporaneamente, parzialmente o inagibili.L’intesa, in sostanza, prevede che i contributi potranno essere concessi subito senza oneri per i cittadini. La regione, infatti, coprirà i costi degli interessi sui finanziamenti per i mesi che mancano al 1 gennaio dell’anno prossimo, ovvero la data fissata dal Governo per l’erogazione del mutuo di 6 miliardi destinato alla ricostruzione."E’ un ulteriore tassello verso la ricostruzione – afferma soddisfatto l’assessore regionale alle attività produttive, Gian Carlo Muzzarelli – che consente di velocizzare il ritorno alla normalità riducendo al minimo la burocrazia". E intanto dal 1° ottobre cambiano le norme per l’esenzione ticket, che vengono prorogate fino al 31 dicembre dell’anno prossimo, per le persone con abitazioni, studi professionali, aziende dichiarate inagibili; oltre che per familiari di persone decedute, lavoratori di imprese danneggiate dal terremoto e lavoratori in crisi.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet