Contratto di solidarietà alla Litographic Group


MODENA, 21 NOV. 2011 – Nel corso del 2010 aveva usufruito di ammortizzatori sociali quali la cassa integrazione ordinaria. Ma a causa del perdurare del calo di lavoro legato sopratutto alla crisi del settore ceramico, le cui aziende rimangono il principale cliente in termini di fatturato, ha continuato ad accusare cali di produttività anche nel 2011. Nei giorni scorsi però, alla Litographic Group di Fiorano Modenese, un’azienda che occupa oltre 60 dipendenti e che opera da molti anni nel settore della grafica e della stampa, è stato siglato un contratto di solidarietà.Nonostante le difficoltà, la direzione della Litographic Group si è resa disponibile a ricercare soluzioni condivise con i sindacati di categoria, Slc-Cgil e Fistel-Cisl e con la Rsu aziendale, al fine di evitare conseguenze traumatiche nei confronti dei lavoratori. Si è quindi siglato un contratto di solidarietà della durata di 12 mesi, a partire da inizio novembre ed eventualmente prorogabile di ulteriori 12 mesi, che prevede per i lavoratori interessati una omogenea suddivisione delle percentuali di riduzione di ore di lavoro all’interno dei reparti. La percentuale di riduzione dell’orario di lavoro non sarà superiore al 50% a livello individuale e, complessivamente, al 35% e potrà riguardare sia operai che impiegati nella quasi totalità dei reparti. Per le ore perse i lavoratori riceveranno almeno il 60% della retribuzione a carico dell’INPS, anticipata dall’azienda. Si potranno effettuare temporanei spostamenti di lavoratori tra i reparti salvaguardando la professionalità acquisita. Slc/Cgil e Fistel/Cisl, unitamente alla Rsu della Litographic Group, esprimono soddisfazione per l’esito di una trattativa che, anche grazie alla disponibilità delle parti in causa, ha permesso di salvare numerosi posti di lavoro, in un momento di estrema difficoltà per il settore grafico e per l’intero comparto industriale.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet