Contratti: la Fiom proclama lo sciopero generale


14 SET 2009 – Sciopero di 8 ore per il 9 ottobre a sostegno della piattaforma per il rinnovo del contratto: il Comitato centrale della Fiom ha approvato all’unanimità la proposta del segretario generale, il reggiano Gianni Rinaldini. Sono previste alcune manifestazioni interregionali. La decisione della Fiom arriva dopo la rottura della scorsa settimana al tavolo con Federmeccanica sul rinnovo contrattuale, dove Fim e Uilm hanno presentato una piattaforma costruita sulla riforma dei contratti non siglata dalla Cgil. La piattaforma della Fiom è stata giudicata non negoziabile da Federmeccanica. Tra i motivi dello sciopero anche la richiesta al governo di detassare i salari di primo livello e il blocco dei licenziamenti. La Fiom è pronta a revocare lo sciopero solo se Federmeccanica accoglierà le proposte girate la scorsa settimana al tavolo di confronto con gli industriali. Il leader delle “tute blu” della Cgil ha charito che questa è l’unica eventualità in cui la mobilitazione decisa dalla Fiom possa essere rimessa in discussione. "Potrebbe tornare tutto in discussione – ha detto Rinaldini al termine del comitato centrale – se ci sarà accordo sulla nostra proposta che prevede la sospensione del sistema delle nuove regole contrattuali; la convocazione di un tavolo sull’occupazione per il blocco dei licenziamenti; la stesura di un avviso comune con Fim e Uilm sulla detassazione degli incrementi salariali e una soluzione transitoria sulla parte salariale".“Inizia un negoziato – spiega il leader della Fiom – che esclude la nostra piattaforma e recepisce il sistema di regole definito in modo separato, senza alcun mandato e senza alcuna validazione democratica da parte dei lavoratori”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet