Contrasto alle infiltrazioni mafiose, 8 progetti al via


BOLOGNA, 28 DIC. 2011 – Un ‘antivirus’ contro le infiltrazioni mafiose. E’ questa la definizione data dagli stessi vertici della Regione Emilia-Romagna al programma da quasi due milioni per il contrasto alla criminalità organizzata in tutte le Province. Sono 67 i progetti finanziati nel 2011. E, all’inizio del prossimo anno, ne saranno approvati altri 8 con un investimento di 148.088 euro. Tante le azioni previste, dal recupero di beni confiscati agli sportelli per raccogliere segnalazioni fino alla formazioni di imprenditori e amministratori locali spesso impreparati a contrastare un fenomeno sempre più presente nel territorio."Vogliamo creare – ha detto la vicepresidente e assessore regionale alle Politiche per la sicurezza, Simonetta Saliera – una forte cultura della legalità, in particolare formando i giovani. Ma anche coinvolgendo amministratori, docenti e l’ampio volontariato regionale. Vogliamo aiutarli a capire meccanismi, come quelli propri delle mafie, a cui non sono abituati".Nel dettaglio sono 38 le iniziative per la sicurezza e la Polizia locale e 29 interventi in attuazione della legge 3 che prevede misure a sostegno della legalità e per la prevenzione dei fenomeni mafiosi. In particolare, i beni recuperati dopo la confisca sono due (sui venti a disposizione): un immobile a Lido Adriano a Ravenna per far fronte all’emergenza abitativa; e uno dove sarà creato un centro di formazione antimafia a Villa Berceto a Berceto (Parma).A Bologna, aprirà all’inizio del prossimo anno il Centro di iniziativa sulla legalità: ospitato all’interno del Comune, servirà per prevenire e contrastare le infiltrazioni nel settore del commercio e per monitorare l’espansione del gioco d’azzardo.Per quanto riguarda la Polizia locale sono invece già 50 i comuni che hanno aderito a Rilfedeur, un software che consente di gestire le segnalazioni di degrado urbano in un unico database. I dati vengono raccolti e archiviati e le statistiche inviate mensilmente alla Regione. Uno strumento esportato anche in altre regioni.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet