Conti correnti alleggeriti, arrestata direttrice delle poste


RAVENNA, 8 GIU. 2011 – Pensava che l’alzheimer fosse sufficiente a non fargli scoprire nulla. Per questo la direttrice di un ufficio postale del ravennate avrebbe fatto sparire mezzo milione di euro dal conto di un anziano correntista. Ma ieri sera, all’uscita da lavoro, per Cinzia Cimatti, così si chiama la direttrice, sono scattate le manette. Ad arrestarla, in esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, sono stati i carabinieri della compagnia di Cervia e Milano Marittima.Le perquisizioni dei militari, iniziate nel primo pomeriggio, erano proseguite fino a sera. Riscontri importanti sarebbero stati ritrovati nel computer della donna. Perquisito anche un altro ufficio postale, diretto dal figlio di Cinzia Cimatti, il quale ha ricevuto un avviso di garanzia.L’uomo affetto da alzheimer non sarebbe l’unico cliente danneggiato. Ci sono altre denunce di prelievi mai effettuati sporte da risparmiatori che avevano conti presso l’ufficio postale di Milano Marittima.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet