Contadini digitali dopo il terremoto


Dopo il terremoto del 2012, ha puntato sulla rete e ha vinto. Elisa Casumaro – trentenne impegnata nel caseificio di famiglia a Solara di Bomporto, nella provincia modenese – dopo il sisma del maggio 2012 ha deciso di vendere sul web le 42.000 forme di parmigiano provenienti da 20 aziende agricole consorziate tra loro. E la risposta è stata straordinaria. La storia di Elisa e di altri ‘contadini digitali’ che con internet hanno dato impulso al fatturato aziendale, saranno raccontate il 7 maggio presso la Camera dei deputati nell’incontro promosso da Wwworkers Camp-I nuovi lavoratori della rete che riunirà alla Camera dei Deputati i piccoli imprenditori che hanno scelto di abbracciare le nuove tecnologie per ampliare il proprio business e raggiungere nuovi mercati. Gli ‘artigiani digitali’ chiederanno ai politici di portare l’Italia nell’economia digitale proponendo dieci azioni ‘ad hoc’. “Erano a rischio milioni di euro e anni di lavoro – sottolinea Casumaro – Internet ci ha salvato. Il nostro appello è stato raccolto dagli Stati Uniti all’Australia”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet