Consorzio parmigiano: “Bene accordo su Dop e Igp”


“E’ un atto fondamentale per la valorizzazione delle nostre eccellenze agroalimentari, la tutela dei consumatori e degli interessi dei produttori, legato ad una nuova e coerente convergenza di impegni della quale siamo profondamente grati al ministro Martina e alla GDO italiana”. Giuseppe Alai, presidente del Consorzio del Parmigiano Reggiano, commenta così la firma del protocollo d’intesa tra il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e le Associazioni rappresentative del mondo della grande distribuzione organizzata per assicurare ai consumatori una migliore informazione sui prodotti Dop e Igp all’interno dei punti vendita. “L’intesa – sottolinea Alai – assume una rilevanza straordinaria proprio nel momento in cui i produttori troppo spesso non vedono adeguatamente valorizzate le loro eccellenze e si registra un forte disorientamento tra i consumatori quando si tratta di distinguere con immediatezza tra produzioni oggetto di certificazione, prodotti similari (concorrenziali ma non frutto di frodi) e imitazioni vere e proprie, derivanti sempre più spesso anche da siti produttivi e materie prime italiani”.
Tre, secondo il presidente del Consorzio del Parmigiano Reggiano, gli elementi particolarmente rilevanti del protocollo: “in primo luogo – spiega Alai – il riconoscimento del contributo essenziale che viene assegnato ai Consorzi di tutela, associato all’impegno del Ministero per la messa a punto di un piano di comunicazione finalizzato ad evidenziare le caratteristiche qualitative e alle fondamentali azioni che saranno messe in atto nei punti vendita in termini informativi, agli spazi che di valorizzazione che saranno appositamente creati, alle animazioni, al coinvolgimento dei consumatori sulla percezione di Dop e Igp, fino ad azioni ancor più specifiche concordate con i Consorzi di tutela”. “In tal senso – spiega il direttore del Consorzio, Riccardo Deserti – con il Parmigiano Reggiano stiamo già realizzando un’esperienza molto positiva ad Expo, visto che siamo la Dop scelta dal “supermercato del futuro”: Questo padiglione sta attirando l’attenzione di decine di migliaia di visitatori ogni settimana, e il suipermercato offre, con il Parmigiano Reggiano, un esempio concreto di valorizzazione distintiva della Dop nel punto vendita”. “Nell’ambito delle azioni che il protocollo d’intesa attiverà – osserva Deserti – sarà importante non solo facilitare la distinzione tra produzioni certificate e prodotti generici, ma anche fornire informazioni sugli elementi che rendono unico ogni prodotto Dop o Igp, valorizzando così adeguatamente il lavoro dei produttori, i loro investimenti e quella differenze che si traducono anche in costi diversi legati a metodi di lavorazione e caratteristiche dei territori”. Dal Consorzio del Parmigiano Reggiano viene poi un particolare ringraziamento al ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali per gli accordi con i grandi player dell’e-commerce mondiale (eBay e Alibaba) finalizzati a sconfiggere l’agropirateria che si consuma via web.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet