Conoscere la Mora Romagnola con Expo


Nell’ambito di L’Emilia Romagna in viaggio verso Expo, l’inedita iniziativa organizzata dall’associazione CheftoChef emiliaromagnacuochi, la Regione Emilia-Romagna, APT Servizi, Slow Food Emilia Romagna – che prevede un viaggio a tappe attraverso l’Emilia Romagna per raggiungere Expo 2015 – la sosta faentina sarà dedicata ad alcune eccellenze del territorio, tra cui la Mora Romagnola, razza suina autoctona recentemente riscoperta anche grazie all’ambizioso progetto di allevamento semibrado sulle colline di Brisighella. A svelare tutti i segreti di questa straordinaria razza suina tipica della Romagna, il grande esperto Emilio Antonellini – allevatore e agricoltore, “custode della biodiversità” animale e vegetale di razze e varietà in via di estinzione – che mercoledì 26 agosto, alle 19.15, presso il Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza, darà il via al Comizio Agrario organizzato in occasione della tappa faentina di L’Emilia Romagna in viaggio verso Expo. Nel corso del suo intervento, dopo un excursus su provenienza e storia dell’animale e un approfondimento sulle sue qualità organolettiche, illustrerà al pubblico l’ambizioso progetto di ripopolazione avviato da Leonardo Spadoni con l’allevamento semibrado nella Fattoria Palazzo di Zattaglia alle porte di Brisighella: una fattoria modello di 90 ettari – completa di vigneti, coltivazioni frutticole ed erbacee, che ospita 600 capi che si nutrono con i frutti naturali della terra, al riparo da agenti patogeni e a vantaggio di un completo benessere dell’animale che si traduce in carni dall’elevato profilo qualitativo. A darne prova lo chef consultant Marco Cavallucci che, a bordo del Food Truck, realizzerà dei Ravioli di Mora con ragù di salsiccia matta, scalogno e stridoli che potranno essere acquistati e degustati dal pubblico, unitamente ai salumi e agli altri prodotti esposti nell’apposito spazio dedicato all’azienda. L’appuntamento sarà inoltre occasione per promuovere la prossima apertura de la Causacca, progetto di riqualificazione, fortemente voluto da Leonardo Spadoni, dell’omonima area che sorge a Faenza lungo la direttrice che collega il centro della città al casello autostradale in cui convivranno un’osteria, una locanda, uno spazio espositivo per mostre ed eventi e un ristorante dedicato alle eccellenze del territorio, come appunto le carni di Mora Romagnola della Fattoria Palazzo di Zattaglia.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet