Confidi, nasce il coordinamento


Un coordinamento dei confidi dell’Emilia-Romagna per favorire l’accesso al credito delle piccole e medie imprese in regione. E’ quello che è stato presentato nella sede di Unioncamere a Bologna dal neo coordinatore, Alberto Rodeghiero: “Con i nostri numeri – ha detto – pretendiamo di essere chiamati ai tavoli in Regione. Abbiamo l’obiettivo di dare risposte alle imprese, per dare finanziamenti alle società ad un minor tasso possibile”. Il Coordinamento dei confidi dei territori locali conta oltre 42 mila imprese, uno stock di finanziamenti garantiti di 1,3 miliardi di euro, e garanzie alle banchi per 330 milioni. “Speriamo in un cambio di atteggiamento della politica – ha aggiunto – Oggi riaffermiamo che ci siamo, abbiamo una funzione e vogliamo andare ai tavoli. Siamo soggetti titolati a ricevere finanziamenti, non per noi, ma per le imprese”. Rodeghiero si è rivolto soprattutto al neo presidente della Regione, Stefano Bonaccini, invitandolo a tenere in considerazione e ad invitare ai tavoli il Coordinamento dei confidi “visto l’importante contributo a garantire un flusso di finanziamenti alle imprese socie, determinando inoltre benefici sotto il profilo del costo del credito”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet