Confesercenti, preoccupazione per il commercio


Preoccupazione, per il settore del commercio, da parte della Confesercenti Emilia-Romagna. Il timore dell’associazione arriva nel giorno in cui l’Unioncamere regionale ha pubblicato il suo rapporto sull’economia emiliano-romagnola in cui, in una cornice positiva, viene evidenziato come “fatichi ancora il settore del commercio, stretto tra la mancata ripresa della domanda interna e la crescita dell’e-commerce”, A giudizio del presidente della Confesercenti regionale, Dario Domenichini, “i dati diffusi oggi da Unioncamere ci presentano un quadro con alcuni aspetti positivi e altri negativi e con qualche preoccupazione per quanto riguarda il 2019. Mentre il turismo registra dati in crescita, seppur con una diminuzione evidente dei margini per le imprese – argomenta – il commercio continua nella sua fase recessiva che dura ormai da un decennio ma che raggiunge uno dei picchi più alti proprio nel biennio 2017/2018 sia per quanto riguarda la chiusura delle imprese che la diminuzione delle vendite che colpisce prima di tutto le imprese di piccole dimensioni ma non risparmia nemmeno le grandi superfici di vendita”. Secondo Domenichini, ancora, “se si considera, infine, che le previsioni per il 2019 dichiarano espressamente un rallentamento del Pil e dei fattori di crescita rispetto alle previsioni sin qui fatte, appare del tutto giustificata la richiesta avanzata dalla Confesercenti, nella sua recente Assemblea annuale, di varare un vero piano di rafforzamento e rilancio delle imprese del settore che veda politiche attive efficaci e la messa a disposizione del settore di reali strumenti per lo sviluppo e l’innovazione”.

Riproduzione riservata © 2019 viaEmilianet