Confesercenti, chiude un negozio al giorno


Vendite in netto peggioramento nel I° semestre 2014 tra le piccole micro imprese di commercio, turismo e servizi. Non s’arresta nemmeno l’emorragia di chiusure tra gli esercizi commerciali: nei primi otto mesi dell’anno, ha in media cessato l’attività più di un negozio al giorno, afferma Confersercenti. “In una situazione in cui il reddito disponibile continua a calare, si riducono gli affari e sul nostro territorio chiude mediamente un impresa al giorno, un nuovo ed ulteriore incremento delle aliquote Iva, significherebbe un tracollo per i consumi con ulteriori effetti nefasti sull’economia. Si apre con questa riflessione l’analisi di Confesercenti Modena rispetto l’andamento delle vendite nei settori del commercio al dettaglio, pubblici esercizi e servizi d’intermediazione nei primi sei mesi dell’anno. Dall’Osservatorio economico dell’Associazione imprenditoriale, emerge infatti che i ricavi segnano al 30 giugno 2014 un -5,4% rispetto al primo semestre dell’anno precedente. Dati fortemente negativi che confermano un trend in netto peggioramento rispetto all’ultimo trimestre 2013 ed al primo 2014, con una accentuazione della contrazione delle vendite soprattutto nel commercio al dettaglio, sia alimentare sia extra alimentare. In controtendenza solamente l’ingrosso con un incremento del +5%, determinato in prevalenza da imprese che si rivolgono al settore manifatturiero.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet