Confermato il sequestro del crocefisso di Federico Solmi


BOLOGNA, 3 FEB. 2009 – Il Gip di Bologna Bruno Giangiacomo ha convalidato il sequestro del crocefisso di Federico Solmi esposto ad Arte Fiera, la rassegna internazionale d’arte contemporanea che si è conclusa la scorsa settimana nel capoluogo emiliano. Si tratta di un crocefisso in legno che ritrae un papa ‘immaginario’, in atteggiamento dissacrante, opera dell’artista bolognese Federico Solmi, 35 anni, da dieci residente a New York.Il decreto di sequestro, scattato l’ultimo giorno di esposizione, era stato eseguito su iniziativa di un carabiniere, che aveva ipotizzato il reato di ‘offesa a una confessione religiosa mediante vilipendio’. Al primo provvedimento ne era seguito un altro, firmato dal procuratore reggente Silverio Piro (lo stesso magistrato che sequestrò il film di Ciprì e Maresco, poi assolto in giudizio) e dal Pm Luigi Persico, per ‘esposizione di oggetti osceni’. Per questi reati sono indagati l’artista, il direttore creativo e il legale rappresentante della ‘Not Gallery’, la galleria d’arte napoletana che aveva esposto l’opera ad Arte Fiera.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet