Confcooperative ER, Coccia presidente e Gardini a Roma


BOLOGNA, 31 GEN. 2013 – Massimo Coccia è il nuovo presidente della Confcooperative Emilia-Romagna, associazione che raggruppa 1.790 imprese con più di 280.000 soci e quasi 71.000 addetti, e sviluppa un fatturato di oltre 12.500 milioni di euro (senza contare la raccolta delle Banche di Credito Cooperativo). Coccia subentra al forlivese Maurizio Gardini, che dopo aver ricoperto questo ruolo per 16 anni, è stato chiamato ad assumere l’incarico di presidente nazionale di Confcooperative. Nato a Riccione 63 anni fa, laureato in Chimica, Massimo Coccia è anche presidente della Confcooperative di Rimini e dal 1992 è alla guida di Federcoopesca, la Federazione Nazionale delle Cooperative della Pesca di Confcooperative. Dal 2004 è presidente del Cirspe, Centro Italiano Ricerche e Studi sulla Pesca.Gardini, invece, è forlivese, ha 53 anni ed è sposato con due figli. E’ imprenditore agricolo ed è a capo di Conserve Italia, la più importante cooperativa agricola del Paese. Guiderà il sistema Confcooperative, che conta 20.500 cooperative, 550.000 persone occupate, 3.166.000 soci e 62 miliardi di euro di fatturato. Confcooperative insieme a Legacoop e Agci, fa parte dell’Alleanza nazionale della cooperative.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet