Conad, l’esercizio 2016


Si è chiuso con un fatturato pari a 12,4 miliardi di euro, 230 milioni di euro in più dell’anno precedente con un incremento dell’1,6%, l’esercizio 2016 per Conad. Il colosso della grande distribuzione, spiega una nota, ha visto la quota di mercato attestarsi all’11,95%. In particolare la quota si è attestata al 20,71% per quanto riguarda i supermercati e nel libero servizio al 14,11%. “Ci sono piccoli, deboli segnali di ripresa che non consentono, però, alle famiglie di abbassare la guardia – osserva nella nota l’amministratore delegato di Conad, Francesco Pugliese -: per quanto ci riguarda abbiamo un solido piano di investimenti per crescere a tassi superiori alle medie di mercato e puntare a una relazione ancora più forte con i clienti per rispondere in modo concreto e tempestivo alle loro legittime aspettative”. Ne dettaglio, viene spiegato, il piano strategico di sviluppo prevede per il triennio 2017-2019 investimenti per 1.101 milioni di euro (413 nel 2017, 402 nel 2018 e 286 nel 2019) destinati a “a nuove aperture e ristrutturazioni, a cogliere nuove opportunità di crescita e a migliorare l’efficienza energetica dei punti di vendita e dei magazzini, con il fatturato previsto in crescita del 4,7% all’anno. Il patrimonio netto aggregato, cresciuto a 2,2 miliardi di euro (+7,1% rispetto al 2015), consente di affrontare con la necessaria solidità economica gli investimenti programmati”. Guardando al fatturato della rete di vendita nel primo quadrimestre 2017 Conad registra un incremento di 171,6 milioni di euro (+4,8%) rispetto allo stesso periodo 2016 con i punti di vendita Sapori&Dintorni a crescere del 17,6%), seguiti da Ottico Conad (8,6%) e dai supermercati Conad.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet