Con Tramonti l’Appennino Reggiano si tinge d’Abruzzo


7 AGO. 2009 – Si chiamano DisCanto, vengono da Sulmona e sono noti per le loro rielaborazioni delle arie abruzzesi. Domenica 9 agosto, si potranno ascoltare in uno spettacolo (ore 18, ingresso gratuito) nella storica cornice del borgo di Ca’ Ferrari, nel comune di Busana. La voce antica e le radici profonde della tradizione popolare abruzzese sono le fondamenta sulle quali DisCanto costruisce, e ricerca, nuove sonorità in grado di far rivivere un patrimonio culturale che altrimenti andrebbe disperso.Arricchitosi negli anni grazie a tante testimonianze e al contributo di studiosi ed esperti, il vastissimo repertorio contiene canti della tradizione orale ricercati a partire dagli anni ’70, rielaborati e riproposti in modo originale insieme a brani nuovi legati comunque a tematiche, vecchie e nuove, del territorio abruzzese. Canti di lavoro, incanate, serenate, ninne nanne, filastrocche, orazioni, canti a dispetto, salterelli e brani d’autore vengono proposti, grazie alla sensibilità dei musicisti coinvolti, in diverse forme di concerto-spettacolo offrendo sempre agli ascoltatori un ampio quadro rappresentativo delle varie espressioni della cultura popolare d’Abruzzo. Del gruppo fanno parte: Michele Avolio (voce, chitarra, bouzouki e percussioni), Sara Ciancone (violoncello, percussioni e cori), Antonello Di Matteo (zampogna, fisarmonica, clarinetto, flauti, organetto e percussioni), Giusy Sorrentino (violino e fisarmonica) e Germana Rossi (fisarmonica, voce, violino e percussioni). I DisCanto hanno prodotto quattro CD: “Dindirindella” (2001), “Serenata fuori stagione” (2005), “A collection” (2006) e “Ride la luna” (2007).Scenario d’eccezione del concerto sarà l’alto Appennino con i suoi vicoli stretti e le case in pietra. La parte più antica del borgo di Ca’ Ferrari risale circa al XVII secolo. La struttura del borgo è tipica degli abitati della montagna, costituita da una fitta rete di stradine, viottoli lastricati e da contrafforti che dividono e sorreggono le abitazioni appoggiate le une alle altre. Come si arriva a Ca’ Ferrari: Busana è uno dei comuni dell’Alto Appennino reggiano. E’ disposto lungo la Statale 63 del Cerreto, ed è un balcone naturale sulla valle del Secchia e sulla dirimpettaia valle dell’Ozola, che scende dalle selvagge pendici nordoccidentali del Cusna. Ca’ Ferrari si raggiunge percorrendo la SS 63 in direzione Passo del Cerreto, girando a sinistra in direzione costa de’ Grassi.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet