Con il “webinar” i partner commerciali si cercano online


BOLOGNA, 26 MAR. 2013 – Si chiama "webinar" ed è un seminario online per mettere in contatto le aziende italiane con i rappresentanti di paesi lontani, in crescita e potenzialmente appetibili per concludere affari. Il primo è stato organizzato da Unioncamere Emilia-Romagna e il ministero degli Affari Esteri cominciando dall’Indonesia, poi seguiranno nei prossimi mesi Corea del Sud, Sud Africa, Filippine e Angola. Oltre 150, di cui 70 quelle emiliano-romagnole, che si sono collegate via web in cerca di opportunità nel paese asiatico. Sfruttando le nuove opportunità offerte da Internet.Dall’altra parte, a rispondere alle loro curiosità da Giacarta, esponenti delle associazioni di categoria, importatori locali e soggetti interessati ai prodotti italiani. L’Indonesia rappresenta un mercato in crescita negli ultimi tre anni di oltre il 6% e con 240 milioni di abitanti, è il quarto paese più popoloso del mondo. Interessante in particolare per le piccole e medie imprese di componentistica, automotive, costruzioni e anche alimentari, dato che proprio il vino e altre eccellenze gastronomiche sono molto richieste. L’appuntamento bolognese è stato l’anteprima alla missione, promossa dai ministeri dello Sviluppo Economico e degli Affari Esteri, prevista dal 6 all’8 maggio a Giacarta per stringere definitivamente i contatti. "L’internazionalizzazione va sostenuta in questo modo, perché rende le aziende più competitive anche sul mercato italiano", ha spiegato Pietro Celi, direttore generale per la promozione degli scambi del ministero dello sviluppo economico, mentre per Inigo Lambertini, direttore centrale per le autonomie territoriali del ministero affari esteri, "molto del nostro futuro si gioca nel passaggio dagli 800 agli 8.000 chilometri".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet