Con Conad metti un leone nel bambino


BOLOGNA, 20 NOV. 2009 – Un leone che fa il gesto di vittoria. E’ il personaggio scelto da Conad per contraddistinguere la nuova linea di prodotti dedicata ai più piccoli. Non è solo l’ultimo animale antropomorfo che appare sulle scatole dei cereali per la prima colazione. La nuova comparsa tra gli scaffali del supermercato apparirà su ben quaranta prodotti, una gamma che va dal riso soffiato, ai formaggini al Grana Padano.Il target della nuova linea è composto da circa 2,8 milioni di bambini tra i sei e i dieci anni. Ma l’intento è anche di educare “ad un corretto stile di vita i piccoli consumatori rispondendo però anche al loro gusto, curiosità e voglia di divertimento”. La gamma spazia dalla colazione e dalla merenda ai pasti. Sulle confezioni la denominazione di prodotto avviene su un quaderno a quadretti, per comunicare la volontà di educare ai principi di una corretta alimentazione. L’obiettivo – spiega l’azienda – è di mettere a regime una gamma di almeno 40 prodotti Conad Kids, per un fatturato di 20 milioni l’anno, che rappresentino il 20% di quelli destinati alla fascia di età 6-10 anni.Secondo un’indagine Gfk Eurisko, nel 24% dei casi l’acquisto di merendine e snack è deciso dal bambino (nel 53% da mamma e bambino assieme, nel restante 23% dalle sole mamme); nel 21% dei casi il bambino decide l’acquisto di bevande per i pasti (nel 53% assieme e nel 26% dalle sole mamme), mentre per gli alimenti dei pasti è la mamma da sola a decidere nel 55% dei casi. Parallelamente al lancio della linea Kids, Conad ha attivato un progetto didattico triennale con 15 mila scuole elementari che fa da supporto al progetto alimentare di cui i prodotti sono portavoce. “L’infanzia è per noi una fonte di forti stimoli di educazione alimentare”, dice Francesco Pugliese, direttore generale Conad. “I nostri punti di vendita sono scelti e frequentati ogni giorno da oltre quattro milioni di clienti fedeli perché prodotti, qualità e servizio incontrano il loro gradimento”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet