Compravendite casa, a Bologna +27%


Crescono del 27%, nel primo semestre dell’anno, le compravendite di abitazioni a Bologna, favorite dal riallineamento dei prezzi calati dello 0,7% nel periodo compreso tra gennaio e giugno. E’ quanto emerge dalle rilevazioni dell’Ufficio Studi Gabetti, presso le agenzie Gabetti, Professionecasa e Grimaldi. Bologna – che aveva già registrato un +18,5%, per 4.321 transazioni nel 2014 e un +4,2% per 4.502 transazioni nel 2015 – nei primi sei mesi del 2016 ha registrato un incremento del 27% sullo stesso periodo dell’anno precedente 2.809 compravendite: in particolare, nel secondo trimestre, il capoluogo emiliano ha registrato con un +33,5% la crescita maggiore tra le grandi città. Quanto ai tempi per chiudere una vendita, questi si attestano intorno ai 5 mesi mentre gli sconti in sede di chiusura delle trattative sono stati mediamente intorno al 10%. Guardando le diverse zone di Bologna, il “centro e il centro storico mantengono il loro appeal a livello di richieste, con una maggiore vivacità in termini di compravendite, in un contesto di quotazioni stabili”. In particolare, commenta in una nota Giuseppe Albanese, titolare dell’Agenzia Gabetti Bologna Centro, “le tipologie maggiormente richieste sono stati i bilocali e trilocali in buono stato. Le caratteristiche di maggiore importanza per gli acquirenti sono state la presenza di balconi o terrazzi, oltre alla preferenza per i piani più alti. I tempi medi di vendita si sono attestati intorno ai 3-4 mesi – conclude – mentre gli sconti medi in chiusura delle trattative sono stati del 8-10%”.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet