Complanarina, la parola al consiglio dei ministri


A questo punto la decisione spetta al consiglio dei ministri. Parliamo della Complanarina, il prolungamento della corsia sud della tangenziale di Modena nel tratto compreso tra strada Bellaria (la Nuova Estense) e il casello di Modena sud. “Il progetto è stato posto all’attenzione del ministro delle Infrastrutture” – ha detto l’assessore alla mobilità Gabriele Giacobazzi nell’ultima seduta del consiglio comunale rispondendo all’interrogazione del consigliere Pd Diego Lenzini – e Graziano Del Rio lo ha trasmesso al Consiglio dei ministri con la richiesta di sbloccarlo ritenendolo un progetto fondamentale per la viabilità modenese. Riepiloghiamo: durante le diverse sedute della Conferenza dei servizi avvenute nel corso del 2016, tutti i soggetti interessati si erano espressi a favore del progetto della Complanarina, eccetto la Soprintendenza che ha mantenuto il parere negativo nonostante le modifiche presentate da Società Autostrade per alleggerire l’impatto su Villa Lonardi. Mancando alternative possibili al tracciato proposto, il presidente ha chiuso la Conferenza dei servizi rimettendo la questione al ministro Del Rio e tramite lui al Consiglio dei Ministri per quella che Giacobazzi si augura sarà un’approvazione: “La situazione – spiega l’assessore alla Mobilità – potrà essere sbloccata solo con un atto che faccia prevalere le ragioni di interesse generale del territorio rispetto a un vincolo che viene intaccato in misura marginale”. Intanto il Comune sta lavorando sia al progetto di collegamento con Fratelli Rosselli sia a un progetto di collegamento parallelo che prevede la prosecuzione di via Falcone fino all’autostrada: entro la primavera i progetti verranno presentati in Commissione Consiliare.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet