Comecer, commessa tedesca da 10 milioni


Comecer Group, leader nella progettazione e manifattura di apparecchiature e sistemi di isolamento destinati all’industria farmaceutica e alla medicina nucleare che commercializza in oltre 100 paesi, ha annunciato la sigla dell’accordo con Co.Don Ag – azienda biofarmaceutica tedesca attiva nella ricerca, sviluppo e commercializzazione di terapie cellulari autologhe destinate alla riparazione dei difetti della cartilagine – per la fornitura di sistemi modulari di isolatori e di incubazione di colture cellulari in ambiente asettico destinate al nuovo impianto di produzione in costruzione a Lipsia. Il valore della commessa è pari a circa 10 milioni di euro. L’installazione e l’avviamento delle apparecchiature Comecer nel sito di Lipsia è previsto nei prossimi 10-12 mesi. Le attrezzature realizzate a Castel Bolognese (Ravenna) saranno così utilizzate all’interno dei uno dei principali impianti europei di biofarmaceutica. Il gruppo Comecer sviluppa e produce sistemi e attrezzature per il contenimento e la gestione in ambienti asettici e schermati dedicati alla produzione di farmaci e radiofarmaci, ma anche conservazione e trattamento di cellule staminali. Con un valore di produzione di circa 53 milioni (dicembre 2016), Comecer è stata fondata nel 1975 dalla famiglia Zanelli, che ne è tuttora azionista di maggioranza con il 55%, mentre il restante 45% è in capo al Fondo Principia III che subentrò al Fondo d’Investimento Italiano nel 2015.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet