Come uscire dalla crisi senza uccidere i Comuni


BOLOGNA, 23 AGO. 2011 – "Adesso l’Italia". E’ di due parole lo slogan scelto dal Pd bolognese per lanciare FestUnità 2011, al via giovedì 25 agosto al parco Nord. "Non faremo accademia, ma da qui avanzeremo proposte concrete al Paese", ha affermato durante la conferenza stampa di presentazione Raffaele Donini, segretario cittadino del Partito democratico.Al centro del cartellone dei dibattiti ci sono la cultura, la solidarietà, il sociale, i diritti, ma soprattuto un tema: la crisi e l’ultima manovra del governo che vorrebbe mettere al riparo l’Italia dal tracollo. "Parleremo molto delle ragioni di contrasto del Pd a questa manovra finanziaria – ha spiegato Donini – parleremo delle nostre idee per la crescita economica, e anche delle nostre contro proposte. Lanceremo – ha aggiunto – qui a Bologna, insieme a tante altre feste in Emilia-Romagna, la nostra petizione per ridurre il numero dei parlamentari, per eliminare il vitalizio dei parlamentari, così come si è fatto qui in Regione".Non solo dibattiti, dunque, ma un laboratorio di idee per uscire dalla crisi senza penalizzare, ad esempio, i comuni. Perché questa volta "è a rischio la coesione sociale", ha specificato il segretario. "Anche quest’anno abbiamo preparato un programma di riguardo – ha assicurato – sottolineando però che "la mission è diversa rispetto all’anno scorso: allora proponevamo la nostra idea di città, oggi vogliamo contribuire da Bologna a dare speranza e fiducia al paese".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet