Coldiretti: senza voucher raccolta pere a rischio


“Nel pieno della raccolta delle susine e mentre mancano pochi giorni all’avvio della grande campagna delle pere è urgente trovare una soluzione agli inammissibili ritardi burocratici legati allo sviluppo della procedura informatica dell’INPS che di fatto impediscono alle imprese agricole l’accesso agli strumenti che hanno sostituito i voucher”.

E’ l’allarme lanciato da Coldiretti Modena in riferimento ai contenuti della circolare dell’INPS che detta le istruzioni operative per le nuove prestazioni occasionali. A rischio – denuncia la Coldiretti – sono opportunità di lavoro per giovani studenti, pensionati e cassa integrati impiegati in agricoltura nell’attività stagionale. L’INPS – spiega la Coldiretti – non consente alle imprese agricole di poter utilizzare la comunicazione preventiva per un arco temporale di tre giorni, prerogativa che la legge attribuisce al settore agricolo proprio in ragione delle sue specificità. Non è ammissibile che – continua la Coldiretti – ancora una volta sia proprio il settore agricolo ad essere l’unico penalizzato da una burocrazia che prevarica le disposizioni legislative, di fatto bloccandone l’applicazione. La Coldiretti chiede al Presidente dell’INPS Tito Boeri di superare immediatamente questo blocco per consentire l’utilizzo delle nuove prestazioni occasionali nel settore in cui sono nate e che anche nel passato non hanno dato luogo agli abusi che si sono verificati altrove.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet