ColdirettI: i giovani tornano ai campi


C’è chi ha deciso di lasciarsi alle spalle un lavoro precario per coltivare quel terreno di famiglia lasciato incolto, chi un lavoro non l’ha proprio trovato e ha scelto i campi e chi ha deciso di cambiare vita, amrandosi di pazienza e zappa. Qualunque sia la motivazione, fatto sta che contro la crisi i giovani stanno tornando alla terra. Una rivoluzione culturale che ha tra i suoi epicentri l’Emilia-Romagna. I dati parlano chiaro: solo a Modena sono 2.800 i giovani che lavorano nelle 20 mila aziende agricole presenti sul territorio. Una grande occasione per unirsi e fare squadra.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet