Coldiretti, 30mila in agriturismi grazie ai ponti


Grazie ai giorni di ponte tra Pasqua e il primo Maggio, saranno circa 30mila coloro che sceglieranno gli oltre mille agriturismi dell’Emilia-Romagna per concedersi un periodo di riposo. E’ quanto stima Coldiretti sulla base delle previsioni dell’associazione agrituristica Terranostra. Lunedì di Pasquetta e il primo Maggio sono tradizionalmente giorni dedicati alla scampagnata o la vacanza a breve raggio e quest’anno, grazie ai ponti combinati con il 25 aprile, favorirà la vacanza in campagna per degustare i prodotti del territorio, per fare una scampagnata o per fermarsi alcuni giorni all’insegna del relax, dell’aria salubre e della buona cucina.

 
Mediamente Coldiretti stima un aumento superiore al 20% delle presenze, con una percentuale del 30% di turisti provenienti dall’estero. Per accogliere gli ospiti, gli agriturismi dell’Emilia-Romagna – informa Coldiretti – si sono organizzati con una molteplicità di offerte, dalla degustazione di vini e cibi della gastronomia tradizionale, all’alloggio con pasti completi, all’ippoturismo, alla mountain bike, alle escursioni nelle bellezze naturali dell’Emilia-Romagna, fino alla messa a disposizione di aree per tende, roulotte e camper per quanti sono organizzati per una vacanza in autonomia e vogliono magari semplicemente acquistare i prodotti direttamente in azienda. “In Emilia Romagna – afferma il presidente di Terranostra regionale, Carlo Pontini – l’agriturismo già da tempo non è più caratterizzato solo dall’ospitalità a tavola, ma ha ampliato la sua offerta e il 50% delle aziende agrituristiche regionali affianca alla ristorazione anche l’ospitalità in camere, appartamenti e agri-campeggio, mentre del restante 50% delle strutture, poco più della metà (26%) offre solo ristorazione, circa il 21% offre ospitalità in camere e il 3% offre altre attività ricreative, didattiche, escursionistiche e sportive”.

 

Per scegliere l’agriturismo giusto – suggerisce Coldiretti – il consiglio è quello di preferire aziende accreditate da associazioni e di rivolgersi su internet a siti come www.terranostra.it o www.campagnamica.it. E’ possibile anche scaricare gratuitamente la nuova App di Terranostra, che fornisce tutte le informazioni sull’agriturismo prescelto.

 

Pasqua, aumentano i turisti in Riviera

 

La riviera romagnola conta su Pasqua nonostante il meteo avverso annunciato e nonostante molti turisti, a quanto pare, abbiano scelto di rimandare le vacanze verso i ponti del 25 aprile e dell’1 maggio. Se in questi giorni in provincia di Rimini stanno aprendo 1.500 alberghi e l’associazione di settore Aia dice che le richieste di informazioni e di prenotazioni sono mediamente più alte del 15% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, oggi l’osservatorio Trademark Italia offre altre rilevazioni. “In caso di meteo favorevole, positivi risultati economici sono attesi per la riviera ligure, la Versilia e la costa romagnola, quest’ultima favorita dalla presenza di un distretto di 11 parchi di divertimento aperti (da Mirabilandia a Oltremare)”, segnala l’osservatorio oggi nel suo report nazionale.

 

Tra le destinazioni preferite dagli italiani per la Pasqua 2014, secondo la classifica in questione, la riviera emiliano-romagnola risulta quinta (dopo Roma, Firenze, Venezia, riviera ligure-Versilia-lago di Garda) con una crescita tra il +1% e il +5%. Stando a Trademark, per il turismo quella di quest’anno sarà in generale “una Pasqua migliore” di quella del 2013, “una Pasqua più “alta” di quasi un mese rispetto al calendario dello scorso anno che la collocava alla fine di marzo”. Ma le opportunità offerte dai successivi ponti “a prezzi più convenienti rispetto a quelli di altissima stagione della Pasqua”, precisa l’osservatorio, freneranno molti italiani che per muoversi attendono le migliori occasioni.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet