Coesia acquista il 70% di Comas Tobacco Machinery


Il gruppo bolognese Coesia, attivo nelle soluzioni industriali e nel packaging, ha acquisito il 70% della trevigiana Comas Tobacco Machinery. Il closing dell’operazione, si legge in una nota dell’azienda emiliana, è previsto entro la fine dell’anno. Nel 2017 Comas, produttrice di macchinari e linee di processo per la lavorazione del tabacco, ha registrato un fatturato di 210 milioni di euro, un margine operativo lordo di circa 56 milioni di euro, ha una filiale in Brasile e conta su circa 300 collaboratori. Dopo l’acquisizione da parte di Coesia, le famiglie Martin, Zanini e Bonan, fondatrici dell’azienda veneta, manterranno il 30% del capitale. Nell’ambito dell’accordo di acquisizione, i vertici di Comas e Coesia hanno concordato reciproche opzioni di acquisto e vendita per il restante 30% del capitale. Nell’operazione Mediobanca è stato advisor finanziario. “In relazione a questa ed altre operazioni di acquisizione – conclude la nota – Coesia sta negoziando una nuova linea di credito a 5 anni di 500 milioni di euro ed una linea di credito revolving non a revoca di 150 milioni di euro con primari istituti di credito”. Coesia è un gruppo di aziende di soluzioni industriali e di packaging, basato sull’innovazione e che opera globalmente, con sede a Bologna. Azionista unico è Isabella Seràgnoli. Il gruppo è presente in 32 paesi con 60 impianti di produzione in 99 unità operative, con un fatturato nel 2017 di 1.586 milioni di euro ed oltre 7.100 collaboratori.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet