Coccinelle si prepara allo sbarco in Cina


28 MAG. 2012 – Coccinelle, azienda di borse, scarpe e accessori passata il 7 marzo sotto il controllo del gruppo coreano E-Land, ha registrato nel primo trimestre 2012 un fatturato di circa 18 milioni e un Ebitda di 3 milioni, in linea con i risultati dello stesso periodo dell’ano passato."Rispetto allo scorso esercizio è migliorata notevolmente la posizione finanziaria – spiega Angelo Mazzieri, amministratore delegato dell’azienda di Sala Baganza (Parma) – a dimostrazione della sua solidità e del suo equilibrio patrimoniale. Al 31 marzo del 2011 infatti era pari a 4,3 milioni di euro, rispetto ai 500 mila euro del primo trimestre 2012".Il manager ha anticipato in una nota che "insieme a E-Land (azionista di maggioranza di Coccinelle, ndr) stiamo studiando lo sbarco in grande stile in Cina, che dovrebbe avere inizio nel secondo semestre con l´apertura di tre monobrand. La Cina è un mercato molto interessante dato che nel Paese la classe media si sta allargando grazie alla crescita economica globale". Investimenti nel retail e in Asia sono due grandi priorità nel piano di sviluppo di E-Land che intende incrementare la presenza nel retail con l’apertura di 90 negozi monomarca (di cui circa 70 in Asia) entro i prossimi cinque anni.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet