Cna: nel secondo trimestre crescita, ma rallentata


Con il quarto segno più consecutivo è arrivata ad un anno la fase congiunturale positiva delle piccole e medie imprese manifatturiere modenesi. Certo i ritmi della crescita non sono feroci, come testimonia il modesto +2% messo a segno nel trimestre aprile-giugno, ma il dato è comunque positivo, così come positiva è la tenuta del fatturato, che rispetto ad un anno fa cresce dell’1,8%. L’export scende al 20,4% del fatturato, a conferma del fatto che l’andamento favorevole è sostenuto anche da una piccola ripresa del mercato interno. A fare da traino, comunque, è ancora la domanda estera, come dimostra l’andamento degli ordinativi: +8,8 quelli oltre confine, +0,5 quelli interni. “Sembra subire un rallentamento la fase di decisa crescita che, nei sei mesi precedenti all’ultimo trimestre, aveva caratterizzato l’andamento economico delle piccole e medie imprese modenesi”, fa notare l’Ufficio Studi di CNA. Rallentamento che però non appare preoccupante, ma piuttosto fisiologico, visto il precedente – questo sì al di là di ogni più rosea aspettativa – del primo trimestre. Quello che invece è fonte di perplessità è l’andamento in chiaroscuro di alcuni comparti, l’agroalimentare – che meglio di altri aveva superato gli anni della grande depressione” – e la maglieria su tutti.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet