Cna Emilia Romagna:”Tasse immobili a +141%”


BOLOGNA, 22 MAR. 2013 – Imu pesante per le famiglie e le imprese emiliano romagnole: il gettito medio in regione, nel 2012, "é stato di 2.317 milioni di euro. L’83% degli incassi é attribuibile alle seconde case e agli immobili produttivi e commerciali come laboratori artigiani, capannoni, alberghi, negozi e uffici per un valore di 1.919 milioni di euro". E’ quanto emerge da una ricerca che Cna Emilia-Romagna ha commissionato al Centro Studi Sintesi di Venezia e che verrà presentata, in dettaglio, il prossimo 28 marzo. "Il passaggio di tassazione dall’Ici all’Imu – viene osservato in una nota – ha generato nella nostra regione un aumento della tassazione sugli immobili di 1.355 milioni di euro, pari al +141% nell’arco di un solo anno (2011-2012). Il gettito medio per contribuente è superiore alla media nazionale, sia per quanto concerne l’abitazione principale, sia per quanto riguarda gli altri immobili. Se si considera il gettito Imu complessivo, in Emilia Romagna – chiosa la nota – il valore rapportato alla popolazione è pari a 523 euro, 131 in più rispetto alla media nazionale".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet