Cna e Confartigianato: una sottoscrizione per ripartire


BOLOGNA, 21 MAG. 2012 – A seguito del disastroso terremoto che dalle prime ore della giornata di ieri ha colpito così duramente il territorio della regione tra le province di Modena, Bologna e Ferrara, le Presidenze di Cna e Confartigianato dell’Emilia Romagna x esprimono la loro vicinanza alle famiglie delle vittime, agli sfollati e agli imprenditori che hanno visto compromesse le proprie aziende. Infatti, accanto agli ingenti danni al patrimonio storico culturale e urbanistico, anche il sistema produttivo è stato messo a dura prova. Le Associazioni Cna e Confartigianato delle province coinvolte dal sisma, stanno attivandosi per costruire una mappatura delle imprese colpite, che dai primi dati risultano essere numerose. Ma soprattutto si stanno attivando con Regione, Province e Comuni affinché tra le istituzioni, le associazioni imprenditoriali, gli Enti Camerali e gli ordini professionali di ingegneri, architetti, geometri, siano individuati i provvedimenti più idonei a far sì che venga stabilita nel più breve tempo possibile, l’agibilità delle imprese colpite. Questo al fine di consentire loro di riprendere quanto prima l’attività e non subire ritardi burocratici con ulteriori negativi contraccolpi dopo i già pesanti effetti prodotti dalla crisi economica in atto.  Al tempo stesso, con il sistema delle banche e attraverso l’intervento di Unifidi e delle Cooperative di garanzia si sta valutando anche la possibilità di interventi da attivare sul piano del credito che possano aiutare le imprese a far fronte alle più immediate esigenze. Cna e Confartigianto dell’Emilia Romagna, infine, promuoveranno una sottoscrizione in favore degli imprenditori colpiti dal terremoto, mobilitando tutto il sistema associativo della regione e dell’intero Paese.Superare rapidamente l’emergenza e ricostruire le condizioni di sicurezza della popolazione e di ripartenza dell’operatività del mondo produttivo, sono le condizioni indispensabili che devono impegnare tutte le istanze della nostra società in uno sforzo di velocità e di messa a disposizione delle risorse necessarie, al pari della capacità ed efficienza sempre dimostrate dalle imprese dei nostri territori.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet