CmC Ravenna, fatturato da 1 miliardo


L’assemblea dei soci di Cmc ha approvato oggi il bilancio dell’esercizio 2013 che vanta portafoglio importante in tempo di crisi, con un fatturato di un miliardo e un utile di 10 milioni. Infatti, “nel 2013 – ha detto il presidente Massimo Matteucci nella sua relazione – il fatturato consolidato del gruppo è stato di 1.016 milioni di euro, con una crescita di oltre il 10% rispetto al 2012″. Cmc, ai primi posti fra le imprese di costruzione italiane, ha chiuso l’anno con un risultato netto di 10,6 milioni di euro e un margine operativo lordo (Ebitda) di 103,6 milioni di euro. Il 52% dei ricavi deriva da attività all”estero principalmente in Sud Africa, Cina, Singapore e Stati Uniti. Il portafoglio ordini (a fine 2013) ammonta a quasi tre miliardi di euro ed il personale occupato è di 7.187 unità di cui 475 compongono l’organico fisso e 410 sono soci cooperatori. L’ad Dario Foschini ha sottolineato che “nelle attività di Cmc sono sempre più rilevanti gli scavi di gallerie con Tbm con una decina di macchine che attualmente stanno operando nei nostri cantieri in Italia (a Savona, Chiomonte, Caltanissetta) e nel mondo (Cina e Singapore)”. All’assemblea dei soci hanno portato il loro saluto il sindaco di Ravenna, Fabrizio Matteucci, il presidente della Camera di Commercio di Ravenna, Natalino Gigante, e quello di Legacoop Emilia Romagna, Giovanni Monti.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet