Cmb festeggia i suoi primi 110 anni


In uno scenario del settore delle costruzioni che ancora risente della crisi economica, il risultato del Gruppo CMB per l’esercizio 2017 si conferma positivo e in linea con il Budget. Il giro d’affari si attesta a 525 mln di euro, con un utile di 6,6 mln. Il patrimonio netto raggiunge i 220 mln, di questi 27,3 mln è capitale dei soci grazie anche alla politica di destinazione dei dividendi e dei ristorni ad aumento del capitale sociale, con lo scopo di mantenere la stabilità dei mezzi propri nel lungo periodo. Il comparto Costruzioni rappresenta il core business dell’impresa con oltre l’80% dei ricavi netti, affiancato dal segmento dei Servizi e delle manutenzioni, che registra una costante e continua crescita dei propri volumi produttivi, in particolare nell’ospedaliero. A fine 2017 CMB può contare su un consistente portafoglio ordini, pari a circa 2,7 miliardi di euro, con un volume di acquisizioni superiore rispetto agli obiettivi di budget sia a livello nazionale che all’estero. Tra le principali acquisizioni realizzate nel 2017 si evidenziano due lotti del Polo Ospedaliero di Odense in Danimarca, per un valore di circa 390 milioni di euro, in qualità di capogruppo di una joint venture con Itinera (società di grandi opere del gruppo Gavio). Si è trattato di un importante risultato commerciale per CMB che avvia un processo di internazionalizzazione e di esportazione del proprio know how maturato nella realizzazione di edilizia ospedaliera, confermato anche nei primi mesi del 2018 dall’acquisizione di un secondo ospedale in Danimarca, a Koge, di analoghe dimensioni. A livello nazionale si evidenziano i nuovi contratti firmati per l’Ospedale di Montecchio Maggiore (VI), gli studentati San Giobbe e Santa Marta a Venezia, la Circonvallazione di Pordenone, il Centro Commerciale «Parco da Vinci» a Roma e il Paintshop Lamborghini a Sant’Agata Bolognese (BO), ai quali si sono aggiunte le recenti acquisizioni dell’Ospedale Sant’Anna di Pisa e del moderno stabilimento “EVO” per la società Bonfiglioli a Bologna. Sul versante occupazionale, terminata la complessa ristrutturazione organizzativa messa in atto per fronteggiare la crisi del settore, con una conseguente riduzione del personale nelle sedi fisse di CMB, si assiste già dai primi mesi dell’anno alla prevista ripresa delle assunzioni di risorse altamente specializzate che ha portato all’inserimento di 25 persone, la metà delle quali di età inferiore ai 30 anni. L’assemblea dei soci si terrà sabato 26 maggio, alle ore 9,30 presso la sede centrale di CMB in via Marx 101 a Carpi. Interverrà il Presidente nazionale di Legacoop Mauro Lusetti.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet